Val di Non Maddalene Consorzio turistico Trekking Sci
Val di Non Maddalene Escursioni Natura Alpinismo
Bresimo
Rumo Revò Cis
Eng Deu Fra Preferiti Home

Val di NonMappe Val di NonCartine Val di NonMailing ListMeteo TrentinoPhotogallery

paletto
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
Freccia
 
base

 
 



Escursioni alle Maddalene

131
Punto di partenza
Punto di arrivo
BRESIMO-BEVIA
MALGA LAVAZZÈ
Dislivello: m 1450
Difficoltà: E

Località
Bivio
Quota
Tempo
andata
Tempo
ritorno
BEVIA DI BRESIMO
149
1055
/
1.40
MALGA BORCA DI SOTTO (bivacco)
1842
2.10
0.20
MALGA BORCA DI SOPRA (ruderi)
2015
0.30
0.30
BAIT DEI VACIARI
131/B
2305
0.50
0.20
MONTE PIN
2420
0.30
0.40
SELLA PIRÒN
149
2216
0.30
0.20
LAGHETTI DI GRUMI
149
2090
0.15
0.30
MALGA GRUMI
1905
0.20
1.00
MALGA LAVAZZÈ
134-147
1639
0.45
/
TEMPO COMPLESSIVO ORE:
5.50
5.20

Il sentiero 131 ha inizio presso la fontana che si trova nella parte più alta del paese di Bevia m 1038. Segue una mulattiera che si alza verso Nord attraverso i prati, entra nel bosco e, a quota 1220 circa, supera una lapide a ricordo di una disgrazia avvenuta nel 1980.
Senza interruzione di continuità il sentiero si alza ancora nel bosco fino a seguire lungamente l’unico tratto in piano che porta nel fondo della valle ad attraversare le fresche acque di Rio da Pedri.

Sul versante opposto della valle il sentiero 131 ricomincia a salire nel più rado bosco di larici e raggiunge l’ex Malga Borca di Sotto m 1842. La casera è sempre aperta, è stata recentemente risistemata, utile come bivacco per i cacciatori e per gli escursionisti.
Il 131, sempre in salita, prosegue fino a raggiungere e passare dietro i ruderi della Malga Borca di Sopra m 2015 e, con più ampio panorama, guadagna quota seguendo numerose svolte fino a salire su di un’ampia spalla erbosa, a quota 2305, ad incrociare il sentiero 131/B proveniente dalla Malga Binasia di Sopra.

Pochi metri prima del bivio, si oltrepassa un precario riparo costruito con soli sassi, senza tetto, conosciuto come il “Bait dei Vaciari”. Il sentiero 131 gira a destra e taglia diagonalmente i ripidi prati della cresta Nord-Ovest e da ultimo raggiunge la croce di vetta del Monte Pin. Splendido panorama. Il sentiero 131, scende ora brevemente per la facile cresta settentrionale quindi gira a sinistra e perde ulteriormente quota entrando nella sottostante conca ingombra di sassi, la attraversa senza difficoltà e prosegue fino alla Sella Piròn ad incrociare il sentiero 149 e assieme a quest’ultimo, raggiunge i Laghetti di Grumi, ormai quasi sempre asciutti.

(Da questo punto è possibile ritornare a Bevia seguendo il sentiero 149 transitando dalla Malga Stablèi).
Abbandonati i laghetti ed il segnavia 149, il sentiero perde quota per arrivare ai prati di Malga Grumi m 1905 e, attraversata l’omonima valle, scende e termina alla Malga Lavazzè m 1639. Dalla Malga Lavazzè, con il sentiero 134, si può scendere a Mocenigo (Rumo) in ore 1.30.


Torna all' indice dei sentieri

Consorzio turistico le Maddalene 38020 Marcena di Rumo (TN)   Tel 0463.530310   Fax 0463.531200   info@maddalene.it

 
  TOP